HOME





Sono Marina Magro, da sempre appassionata a culture e filosofie orientali.
Da alcuni mesi sto promuovendo il mio ultimo “Odore di Perù”, edito da Samuele Editore, racconta di un viaggio che ha segnato uno dei passaggi più significativi della mia vita mettendomi a nudo e rendendomi nuovamente libera. La stesura di questo libro arriva dopo anni di grandi cambiamenti e numerose avventure iniziati dopo una esperienza di cancro ed una di pre-morte a seguito delle quali ho rivolto i miei studi e la mia pratica all’Ayurveda e allo Yoga, formandomi successivamente come operatrice ayurvedica dopo un percorso di studio presso la Scuola di Medicina Ayurvedica  Ayurvedic Point di Milano terminato nel 2005.

L’interesse antropologico inteso come esplorazione di un'umanità in cammino tra culture e tradizioni spirituali e anche come mio cammino di ricerca interiore mi ha spinto a viaggiare molte volte nella vita ma i viaggi più importanti e significativi sono stati quelli dell'ultimo decennio, probabilmente perché la mia percezione del mondo e dell'umanità è supportata da una maggiore consapevolezza e da una coscienza sveglia.

Nell’anno 2006 vivo il mio viaggio nel sud del Perù, sulle Ande per tre mesi incontrando gli indios quechua e l’antica cultura inca in contatto con una natura selvaggia ed incontaminata e riscoprendo l’essenzialità delle cose ed il valore dei rapporti umani. Da questo viaggio nasce il romanzo intitolato: "Odore di Perù",  Samuele Editore.

Nell’anno 2007 presto la mia assistenza e le mie pratiche ayurvediche per tre mesi in India presso un orfanotrofio che accoglie bambini di strada in Andra Pradesh.

Nell’anno 2008 sono attore e testimone di un progetto di cooperazione internazionale rivolto ai bambini lavoratori nel Sud del Mondo ho visitato il Benin, Africa sub-sahariana, da cui un reportage completo anche di fotografie.

Negli anni 2009/2014 un bisogno ancestrale di solitudine, contemplazione e contatto con natura e silenzio mi fa vivere gran parte del mio tempo in Grecia, prima all'isola di Alonissos e successivamente a Cefalonia.

A seguito del mio primo viaggio in Nepal nel 2014, in collaborazione con l'Assessorato Partecipazione di Vicenza il 28 febbraio 2015 presento a Villa Tacchi una personale mostra fotografica dal titolo - Nepal cultura tradizioni spiritualità e infanzia - dando vita ad  un
progetto di scolarizzazione per alcuni bambini orfani che vivono in un remoto villaggio nel Terai. 
Dopo il terremoto che il 25 aprile 2015 colpisce così tragicamente il Nepal mi impegno a proporre più volte questa mostra in altre sedi per condividere la mia esperienza di viaggio e di solidarietà e continuare a sostenere le rette scolastiche dei bambini del Terai. 

L'11 Marzo 2016 inauguriamo la Mostra
Fotografica Nepal presso la Biblioteca Hugo Pratt, Lido di Venezia (patrocinata dal Comune di Venezia Pelestrina). 
Del 2016 un viaggio nel Giappone culturale e rurale, da cui un racconto: "Un incontro speciale, En" e successivamente nel 2018 una presentazione fotografica del diario di viaggio al Teatro San Marco di Vicenza (30 novembre 2018)



Tra febbraio e marzo del 2017 viaggio nel Laos del nord dove rimango per un mese, da questo viaggio un racconto intitolato: "Il risveglio del villaggio (Muang Gnoi Deua)".
A dicembre 2017 un breve viaggio in Portogallo e un'esperienza dai risvolti drammatici da cui un racconto: "Le coincidenze sono punti di contatto".

2018 anno intenso di eventi e di esperienze mi porta ad esplorare il mondo gitano prima a Granada (Spagna) successivamente a Saint Marie de la Mer (Francia) portando alla luce un forte collegamento spirituale con le tradizioni induiste, sembra infatti che queste popolazioni nomadi provengano per lo più dal nord India.
Un viaggio in Tibet e nuovamente in Nepal risveglia in me una forte connessione ancestrale e spirituale con madre natura e le popolazioni autoctone, sopratutto l'avvicinamento alla grande montagna sul tetto del mondo, l'Everest chiamata dai tibetani Qomolangma, la Grande Madre. Da questo viaggio un racconto: "Everest - Qomolangma la Grande Madre"
http://marinamagro.blogspot.com/p/blog-page_28.html 

Il 17 Novembre mi vedrà ospite al Mudec di Milano in occasione dell'anno dedicato al Perù:

Scritti dalla Città Mondo. Focus #04 Perù: Perumalìa. Racconti di italiani stregati dalle Ande

Con Marco Brio, Marina Magro. Intervengono Irina Bajini e Emilia Perassi. A cura del Centro di Ricerche Interuniversitario sulle Americhe Romanze CRIAR con il patrocinio UNIMI e Consolato Generale del Perù a Milano.


Amo l'arte, le culture e le tradizioni spirituali dei popoli ancora poco inquinati dalla globalizzazione, amo la bellezza che sta nei cuori delle genti e con la scrittura e la fotografia cerco di trasmettere ciò che di bello, vibrante e sorprendente riesce a catturare la mia attenzione e la mia immaginazione. Voglio sviluppare connessioni culturali e sociali tra realtà diverse e lontane. L’arte e la cultura, veicoli di conoscenza, comunione e solidarietà.

Contatto: 
marinamagro1@gmail.com
3355730200





















Pashupatinath, dispersione delle ceneri nelle acque del Bagmati

In Cammino

Guarda verso il cielo, ma non sempre:
guarda spesso anche verso terra.

la terra ama l'uomo, fin nelle radici:
aggiungi le infinite stelle -
le molte gocce che scendono
qui; i molti germogli che qui
fioriscono. Fa risuonare il sordo orizzonte -
lontano, tanto lontano verso gli uomini in cammino.
da qualche parte fasci di luci accendono luci;
da qualche parte fasci di luce si impennano:
uomini e uomini in cammino.

Iswar Ballav





a Boudhanath giri di preghiera,


La mia liberazione
non è nella rinuncia.
Sento l'abbraccio della libertà
in mille vincoli di gioia.

R.Tagore

sul mio sorriso ti affidi

Haiku tibetani:

Bimbo che chiedi
d'adagiare l'anima
sul mio sorriso.


- Tibet degli ultimi -
Leda Palma

Niente di più bello

Haiku tibetani:

Niente di più bello
ho visto mai
a luna spalancata
questi vecchi volti
rugosi
di compassione


-Tibet degli Ultimi-

Leda Palma



invitata al Mudec per raccontare ... emozionatissima!

17 novembre 2018
ore 19:30
Scritti dalla Città Mondo. Focus #04 Perù: Perumalìa. Racconti di italiani stregati dalle Ande

Con Marco Brio, Marina Magro. Intervengono Irina Bajini e Emilia Perassi. A cura del Centro di Ricerche Interuniversitario sulle Americhe Romanze CRIAR con il patrocinio UNIMI

Dopo una breve introduzione sui libri di viaggio in America Latina e sul Perù come luogo di suggestioni esotiste, altrove meraviglioso e magico, stimolo a percorsi iniziatici, si presenteranno due libri di viaggiatori italiani dando la parola agli autori e dialogando con loro.

I protagonisti

I libri degli autori presentati a BookCity

Marina Magro
"Odore di Perù" - Samuele Editore

Marco Brio
"Sette spiriti. Reportage peruviano" - Angolazioni